martedì 7 settembre 2010

HAPPYNESS


E' risaputo che l'arco di vita di un uomo dai 30 ai 40 anni e' il piu' ricco di disponibilita' femminile. Cioe' un trentenne ha un target vastissimo. Le under 30 lo amano perche' sembra adulto, le trentenni ancora single lo amano perche' sono disperatamente alla ricerca di un uomo che le sposi e che dia loro un figlio, e le over 40 lo amano perche' e' giovane, ma gia' un uomo.
Tra queste la categoria piu' interessante è quella delle trentenni. Da un'attenta analisi della maggior parte delle mie amiche e conoscenti e' risultato abbastanza chiaramente che queste qui, se ti beccano, farebbero un figlio al primo appuntamento, e cio' implica anche matrimonio o convivenza. Il 90 per cento delle ragazze accoppiate che sono state osservate sono totalmente assorbite dall'impegno gravosissimo richiesto dai preparativi per il matrimonio, o della costruzione e decorazione del nido di convivenza.
In molte di loro e' stato anche osservato che il fidanzato o marito e' spesso un mero strumento per avere dei figli.
Tutto cio' mi ha in un primo momento disgustato.
Quello che mi sono detto e': è naturale, istintivo, avere un marito? e' natuarale avere dei figli?
La mia risposta e' stata: no.
La maggiorparte della gente direbbe: volere un figlio e' naturale perche' anche gli animali ne hanno in modo del tutto naturale, quindi non e' un fatto culturale, ma istintivo.
La mia obiezione e' che io credo fermamente che gli animali, mentre fanno sesso, non pensano ad avere dei figli, ma soltanto ad avere piacere. E se avessero la possibilita' di costruire il profilattico o la pillola probabilmente li userebbero sempre.
Sono convinto che desiderare un figlio sia un condizionamento della nostra cultura: devi avere una mogle o una ragazza fissa e devi avere un figlio ad una certa età. Così sarai una persona rispettabile.
Se volete una prova chiedetevi perche' tanti stimati manager chiaramente gay hanno moglie e figli. Per non parlare dei calciatori.
E lo strumento teorico e strutturale con cui il matrimonio e la figliolanza vengono imposte per la reificazione di un sistema e' proprio l'assunzione teorica e indiscussa che desiderare una famiglia e un figlio sia naturale e normale, quindi chi non li ha non e' normale.
Ecco, dicevo che tutto cio' mi ha indignato e mi ha fatto morire di noia.
Solo stamattina ho pensato: quei desideri sono culturalmente condizionati, ma ci sono desideri non condizionati? e' come pensare che c'e' un effetto senza una causa. E la risposta e' no. Quindi qualsiasi cosa facciate va bene, tanto siete comunque schiavi.

9 commenti:

Mafaldanellarete ha detto...

e pensa che io certe menate non me le sono mai fatte che sono passata in farmacia per prendere l'aulin da dopo sbronza e un test di gravidanza. Inutile dire che era positivo.
olè

davide ha detto...

in questo caso dovresti rientrare nella categoria "animali".
e cmq questo vale per il/la primo/a. e per il/la secondo/a com'e' andata?

Mafaldanellarete ha detto...

vabbè ma che c'entra, una volta che uno inizia poi scopre che in fondo è una figata, e poi, facendo un rapido calcolo quando avrò quarantatrè anni le mie figlie ne avranno 18 e non mi cagheranno di striscio, io allora un po ci soffro però poi mi compro lo spiderino, e vado ingiro a fare la vecchia edonista dando il tormento ai trentenni perchè sono giovani e però adulti... mentre voi state li a cambiare pannolini...com'è?
eh?
eh?

davide ha detto...

mmm, non mi convinci...
e cmq "voi" chi? io ho prenotato la vasectomia.

Anonimo ha detto...

ciao, benedetta, piacere.
Ho letto un pò di cose che scrivi, belle.
ma questa proprio no!
1. come fai a sapere quello che pensano gli animali? (tra l'altro alcuni di essi non provano nemmeno piacere)
2. il matrimonio è un contratto e un'imposizione sociale, pro-creare è naturale per definizione.
3. è normale che una donna intorno ai 30 anni inizi a pensare di volere dei figli, perchè se le salta in testa a 50 anni, guarda un pò? non può più! invece un uomo...guarda un pò..può! anche a 80...
4. hai mai preso un braccio un bimbo?
con simpatia, ciao

Anonimo ha detto...

in braccio :))

davide ha detto...

Ciao Benedetta. Ma infatti! Il punto è proprio quello: come fai a sapere quello che pensano e che vogliono gli animali? Questo dico io: non lo sai.
E quindi nessuno ti ha detto che "vogliono" dei figli. Loro semplicemente scopano. Come dici tu: procreare è naturale: semplicemente perchè succede. "Voler procreare è naturale" è una deduzione errata, perchè nessun animale ha mai detto: "adesso scopo perchè voglio avere un figlio".
Solo questo.
Il fatto è che ci sono dei piccoli errori logici che ci insegnano a scuola o in chiesa che ci aiutano a vivere delle vite molto omologate e sottomesse a degli schemi noiosi. E intanto il tempo passa e tu non hai ancora vissito la vita che veramente avresti voluto se veramente avessi cercato meglio nel tuo cuoricino.

Anonimo ha detto...

secondo me, proprio perchè SEMPLICEMENTE succede è GIUSTO, hihihi, bacii

davide ha detto...

Ma si! Questo è certo.
Ma il problema è che qui si distingue tra due cose differenti:
1- fare figli.
2- voler fare figli.
Ora, se è certo che fare figli è naturale, non è invece certo che voler fare figli è naturale.
Se è certo che gli animali fanno figli, non è certo che essi vogliano fare figli. Perchè la cosa certa è che vogliano scopare, ma che quando scopano pensino "lo faccio perchè voglio avere un figlio" non poi così certo, anzi sembra una fiaba di Andersen.
Tutto qui: niente di trasgressivo (apparentemente).